tel : 0583/469153

Ucc: la ricetta di Microsoft è la comunicazione universale


Una Unified Communications and Collaboration che punta a distinguersi dalla concorrenza poiché totalmente libera da legami e vincoli di hardware. Microsoft richiama i concetti di “libertà dall’hardware” e di “comunicazione universale” per descrivere la sua offerta, incentrata su un prodotto trasversale e ubiquo come Lync. “Siamo entrati nel mercato dell’Ucc scegliendo un approccio distintivo rispetto ad altri vendor”, spiega Vieri Chiti, direttore della divisione Office di Microsoft Italia, “ovvero tutto incentrato sul software, utilizzabile su qualsiasi computer e indipendentemente dalle scelte compiute dal cliente in fatto di hardware”.


Vieri Chiti, direttore della divisione Office di Microsoft Italia

La piattaforma Lync è dunque fruibile su qualsiasi device e sistema operativo, e abbraccia i prodotti Windows ma anche iOS e Android. “Il secondo valore che ci contraddistingue”, prosegue Chiti, “è quello che chiamiamo ‘comunicazione universale’: grazie all’integrazione di Lync con Skype abbiamo creato un sistema di comunicazione, di messaggistica e di videoconferenza utilizzabile sia dal mondo business sia da quello consumer”. Le due piattaforme di proprietà di Microsoft (Skype è stata acquisita circa tre anni fa) sono federate, ovvero possono “vedersi” l’una con l’altra creando un sistema di comunicazione che è trasparente al prodotto.

Lync, inoltre, è interoperabile con altri software utilizzati nei contesti aziendali, come gli applicativi di Crm o le piattaforme di customer service: questo significa, per esempio, il poter contattare un collega o un cliente senza dover uscire dal programma o dalla pagina Web in cui si sta lavorando. La logica dell’integrazione si applica, a maggior ragione, fra Lync e gli altri prodotti Microsoft dedicati alla collaborazione e alla produttività, come Office e SharePoint. “Quello che offriamo”, sottolinea il direttore della divisione Office, “è un sistema a tutto tondo”.

“Lync non si lega a nessun settore mercologico preciso ma è un abilitatore di comunicazione che vale indipendentemente dal tipo di organizzazione”, aggiunge Tamara Zancan, product marketing manager Ucc di Microsoft Italia.

Per portare al maggior numero di aziende la sua offerta di Ucc, in Italia Microsoft sfrutta in modo strategico sia la partnership strette a livello internazionale (come quelle con Hp, Plantronics e Polycom), sia la competenza del canale dei partner system integrator operativi sul territorio, come per esempio Italtel.

Fonte riportata : http://www.ictbusiness.it/cont/articolo/ucc-la-ricetta-di-microsoft-e-la-comunicazione-universale/32356/1.html



Visita la sezione sviluppo web