tel : 0583/469153

I nuovi Lumia sono dei piccoli PC mobile


Presentati ieri da Microsoft i Lumia 950 e 950 XL, che grazie alla funzione Continuum di Windows 10 possono diventare all’occorrenza dei veri e propri PC.


di Francesco Destri -

7 ott 2015

Ed eccoli qui finalmente, dopo settimane di leak e di conferme pressoché definitive approdate sul web, i nuovi Lumia 950 e 950 XL, i due smartphone di fascia alta con Windows 10 Mobile presentati ieri a New York nel corso dell’evento Microsoft ed entrambi disponibili a novembre in Italia rispettivamente a 599 e 699 euro.

In realtà è stato annunciato anche il piccolo ed economico Lumia 550 in vendita a 139 dollari (in Italia lo vedremo a dicembre), ma naturalmente tutta l’attenzione era rivolta ai due nuovi top di gamma, con i quali Microsoft tenta l’assalto alla fascia alta di un mercato sempre più solidamente in mano ad Apple.



Il Lumia 950 XL è un vero e proprio phablet con display OLED da 5,7’’ e risoluzione QuadHD da 1440×2560 pixel, processore Qualcomm Snapdragon 810 octa-core raffreddato a liquido per placarne i bollenti spiriti, 3 GB di RAM e 32 GB di storage interno espandibili tramite microSD.

La batteria da 3340 mAh con supporto per la ricarica rapida dovrebbe garantire un’ottima autonomia e, grazie alla porta USB Type C, si potrà ricaricare lo smartphone del 50% in appena mezz’ora. Grande attesa anche per la nuova fotocamera PureView da 20 Megapixel con triplo Flash LED integrato, pulsante di scatto dedicato e stabilizzatore ottico di nuova generazione.

lumia-980x490

Per chi invece preferisce una soluzione meno ingombrante, Microsoft propone il Lumia 950, molto simile al fratello maggiore a parte due o tre caratteristiche differenti. Innanzitutto il display OLED passa a una diagonale più compatta da 5,2’’ mantenendo però la stessa risoluzione del 950 XL (la densità però passa a 564 PPI). L’altra differenza riguarda il processore, che sarà uno Snapdragon 808 hexa-core, mentre per il resto i due smartphone sono sostanzialmente identici, compreso il modulo fotografico che potrebbe davvero rappresentare un nuovo termine di paragone in campo mobile.

Una delle caratteristiche più interessanti, soprattutto in ambito professionale, è il supporto per entrambi i modelli alla modalità Continuum di Windows 10 Mobile, che non a caso ha occupato molto tempo durante la presentazione di ieri. Una funzionalità in grado di utilizzare lo smartphone come un PC a tutti gli effetti collegando a esso mouse e tastiera tramite Bluetooth e un monitor esterno sempre in modalità wireless.

Inoltre Microsoft, parallelamente ai due nuovi Lumia, ha svelato il Display Dock, un piccolo box tascabile al quale sarà possibile collegare da una parte le classiche periferiche PC (tastiera, mouse e display tramite USB, HDMI e/o DisplayPort) e, dall’altra parte, lo smartphone tramite USB Type C.

Gli spiragli che si aprono con Continuum sono davvero promettenti se pensiamo ad esempio alla possibilità di modificare i file di Office mediante tastiera e mouse, o al fatto che mentre è in modalità PC lo smartphone continuerà a funzionare, recapitando quindi all’utente telefonate, sms, e-mail ecc. Non mancano inoltre gli sbocchi multimediali per visualizzare su grande schermo un filmato in streaming, ma è logico supporre che Continuum troverà la sua vera fortuna nell’ambito della produttività.

Fonte riportata : http://www.cwi.it/i-nuovi-lumia-sono-dei-piccoli-pc-mobile_80373/